I nostri Workshop di Natale: Fotografia Analogica & Cinema

Share

Bando al Pandoro, a Natale noi ci cibiamo di immagini!

Ecco cosa vi aspetta sotto il nostro albero:
1. Workshop di fotografia analogica (27 e 28 dicembre)
2. Workshop di cinema (29 e 30 dicembre)

info e iscrizioni:
Chiara 3664871974
Michele 3341491293
Grazia 3298704231
labuswork@gmail.com

1. WORKSHOP DI FOTOGRAFIA ANALOGICA HASSELBLAD + ISTANTANEA
(gli orari possono subire variazioni ed essere modificati in base alle esigenze dei partecipanti, anche prevedendo più gruppi di lavoro)

**MERCOLEDì 27 dicembre 2017
Ore 10,30: introduzioni al laboratorio di fotografia, basi di fotografia e composizione. Preparazione e caricamento della macchina.
Ore 12,00: uscita fotografica
Ore 17,00: rientro e bilancio della prima giornata di lavoro, introduzione al lavoro in camera oscura, sviluppo dei rullini che verranno posti ad asciugare.
**GIOVEDì 28 dicembre
Ore 17,00: analisi delle immagini precedentemente scansionate e cenni di post-produzione.

Il nostro laboratorio di fotografia analogica è un’esperienza formativa a neofiti e fotografi abituati al digitale, grazie alla quale mettersi in gioco e riabituarsi a vedere prima con gli occhi e poi attraverso lo strumento. La fotografia analogica è formativa, costringe ad osservare, intuire, leggere la luce, prevedere e soprattutto pre-visualizzare il risultato. Dopo aver fatto scattare l’otturatore, l’immagine resta latente fino allo sviluppo della pellicola; ed è in questo lasso di tempo che avviene la magia. Nella nostra mentre si forma e riforma la fotografia che speriamo di aver scattato e, insieme a lei, compare il timore di aver sbagliato, perdendo così un attimo irripetibile. Il difetto peggiore della fotografia digitale è che ci toglie quest’attesa; con un semplice gesto ci permette di eliminare subito gli errori e la possibilità di imparare da questi. La fotografia analogica è semplice, onesta, autentica e immortale. Avete mai tenuto un negativo tra le mani? Avete mai visto le vostre dita illuminate di rosso? Avete mai visto formarsi l’immagine nella bacinella? Questa è la vera fotografia, senza megapixel o sensori, pura poesia. In questi due giorni proveremo a ristabilire un rapporto sano con la produzione di immagini, meno foto, poche ma buone. Partiremo dalle basi, da quei concetti che valgono per tutti i tipi di fotografia, dal banco ottico allo smartphone. Discuteremo della composizione e delle sue regole che vengono dalla pittura. Caricheremo le macchine e usciremo alla ricerca di immagini da immortalare, dopo aver letto la luce (ma soprattutto le ombre) con gli occhi e con l’esposimetro. Parleremo dei fondamenti della fotografia che vi torneranno utili sempre, a prescindere che voi scegliate la via digitale o quella analogica. La fotografia è una, infiniti gli sguardi possibili. Cercate il vostro, a prescindere dal mezzo. Al ritorno svilupperemo le pellicole, ragionando ancora una volta su contrasto, ombre e luci. Successivamente analizzeremo i negativi ed infine le immagini scansionate. Metteremo a disposizione tutto il materiale necessario al laboratorio, non è necessario possedere una macchina fotografica o avere specifiche competenze di fotografia. Vi serviranno solo i vostri occhi e tanta curiosità.

2. WORKSHOP DI CINEMA
(gli orari possono subire variazioni ed essere modificati in base alle esigenze dei partecipanti, anche prevedendo più gruppi di lavoro)

** VENERDì 29 DICEMBRE DALLE ORE 10,30
Basi di cinema, scrittura e riprese
** SABATO 30 DICEMBRE DALLE ORE 10,30
Visione delle riprese, montaggio e postproduzione

Che cos’è il cinema? Cosa è stato? Come è cambiato il suo linguaggio con l’avvento delle nuove tecnologie? Come nasce un film? A cosa serve il ciak? Cos’è il montaggio? Con questo workshop in pieno clima natalizio cercheremo di capire insieme meglio cosa sia il cinema oggi e proveremo a realizzare un film partendo dalla scrittura fino al montaggio, un cine-panettone a modo nostro. Teoria (il giusto) ma soprattutto tanta pratica in due giorni intensi dedicati alla settima arte. Conoscere un po’ meglio la storia del cinema ti aiuterà a comprendere meglio ciò che guardi quotidianamente e a sceglierlo in maniera più consapevole. Sapevi che agli albori del cinema nelle sale si proiettavano delle vere e proprie serie? Parleremo di scrittura, di fotografia, di riprese e di montaggio, cose indispensabili da comprendere oggi che quotidianamente scattiamo fotografie e realizziamo video, ignorandone il linguaggio e le basi tecniche. In due giorni faremo un viaggio incredibile nell’arte del movimento, che da oltre un secolo anima i sogni e l’immaginario di tutti noi. Cercheremo di stimolare la curiosità e la fantasia dei partecipanti e di spingerli ad usare meglio e in maniera più creativa gli strumenti che ognuno ha quotidianamente a disposizione. Noi metteremo a disposizione per il workshop tutte le nostre attrezzature professionali e insieme realizzeremo un vero e proprio cortometraggio che proietteremo nel nostro spazio alla fine del laboratorio con una proiezione aperta al pubblico in modo da poter discutere insieme a tutti i risultati del lavoro; noi crediamo ancora nel cinema e nella visione collettiva e condivisa. Vi aspettiamo con la cinepresa già in moto, sta a voi urlare azione!

 

Ecco cosa è successo durante il workshop di novembre.

edf

edf

edf

edf

edf

edf

edf

ozedf

edf

edf

ozedf

edf
edf

ozedf

edf

edf

 

 

Autore: Labus

L'associazione Kinetta che gestisce lo Spazio Labus, con sede a Benevento, incentra la propria attività sulla ricerca e la diffusione delle arti visive, ha una spiccata vocazione cinematografica ma allo stesso tempo organizza attività legate alla fotografia, la musica e qualsiasi altra cosa possa stimolare l'attenzione e la curiosità dei suoi associati. Kinetta è finanziata unicamente dai contributi volontari di tutti coloro che decidono di aderirvi associandosi. Labus è un posto fisso, un posto fisico, uno spazio aperto al confronto dove è facile ricevere suggestioni e stimoli ma dove è possibile anche proporne. La nostra idea è quella di creare un avamposto dove incontrarsi e discutere, divertirsi, ascoltare musica, incontrare artisti, scrittori, registi e conoscere il cinema che non trova spazio nel circuito ufficiale. Lo spazio Labus è: - una sala cinema - una camera oscura - una galleria d'arte - un laboratorio permanente - una sala concerti - un posto dove farsi suggestionare - un posto libero da ideologie - un posto che non sappiamo nemmeno noi cosa potrà diventare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *