IN HOC SIGNO, Labus! Presentazione del Laboratorio di Iconografia

Share

Nell’ultima domenica prima di Natale, vi invitiamo alla presentazione del Laboratorio di iconografia tenuto da Emilia Argenziano: In Hoc Signo, Labus!
Questo primo speciale incontro sarà dedicato ai simboli del Natale e, dopo l’introduzione interattiva curata da Emilia, verrà proiettato il film A Christmas Carol di Robert Zemeckis. L’incontro è aperto a bambini dai 9 anni in su, ai genitori e a tutti i curiosi.
Il laboratorio partirà dopo le feste, al raggiungimento del numero minimo di iscritti.

hqdefault

sannicola-babbo-natale

Questo laboratorio, pensato in particolar modo per bambini dai 9 ai 13 anni e per i loro genitori, è un’opportunità concreta per avvicinarsi all’iconografia, cercando la nuda verità del simbolo, scevro dall’inquinamento erudito della letteratura storica dell’opera. Stimola, attraverso la narrazione degli elementi simbolici, la curiosità dei bambini, gli insegna ad elaborare un sistema di analisi e di indagine personale dell’opera d’arte e sviluppa la capacità critica della lettura per immagini, fornendo l’arricchimento di un immaginario intimo e culturalmente riconosciuto.
Gli incontri sono pensati in due momenti: uno descrittivo delle opere, con la visione di immagini, e l’altro di disegno, in cui vengono trascritti, in modo del tutto personale e in un nuovo contesto, i simboli identificati.
Talvolta saranno video proiettati film d’animazione a tema ed organizzate visite guidate nei siti di interesse.

Le immagini hanno da sempre avuto un valore didascalico. L’inizio della nostra storia viene letto e ricostruito attraverso il racconto per immagini delle preistoriche pitture rupestri, il segno è significato, il simbolo diventa codice identificativo. Nella nostra infanzia il racconto della narrazione fiabesca è accompagnato dalla sua rappresentazione figurativa, quando le favole ci sono state raccontate, la voce narrante si sposa al nostro immaginario figurativo, così evocativo, forte e potente ( il bosco, il lupo, la strega, gli animali di Esopo). La rappresentazione del mondo, nell’universo dei bambini, soprattutto in fase di prescolarizzazione, avviene attraverso il disegno, mezzo espressivo privilegiato per leggere i loro stati d’animo e le diverse esperienze di crescita. Segno e di-segno sono interdipendenti.
Quando poi ci identifichiamo con la lettura del segno grafico, la scrittura alfabetica, quel prezioso mondo d’immagini giace taciuto e relegato quasi sempre alla nostra infanzia. La storia dell’arte con l’iconografia, dal greco εἰκών (eikón, immagine) e γράφειν (grapheïn, scrivere), ci fornisce un valido allenamento per decodificare simboli, arcani, personaggi, eventi della tradizione, episodi sacri e pagani. L’opera d’arte trascrive con la sua figuratività il racconto per immagini della storia antica ed eroica, affida ad ogni personaggio un simbolo di riconoscimento, ci guida alla scoperta del magico mondo vegetale e dei bestiari medioevali, dove anche il più piccolo elemento rappresentato aveva un valore formativo e didascalico.

Emilia Argenziano, laureata in conservazione dei beni culturali, indirizzo beni mobili ed artistici, è una storica dell’arte, restauratrice del libro antico e specializzata in restauro di opere d’arte su carta. Ha vinto il concorso nella scuola europea di restauro del libro antico di Spoleto; ha attuato progetti di valorizzazione territoriale e lavorato come guida turistica. E’ inoltre danzatrice ed insegnante di movimento creativo ed espressivo (con metodo danza terapia Garcia_Plevin e linguistica corporea Rudolf Laban) e tiene corsi per bambini dai 5 anni, attualmente presso l’associazione teatrale Vernicefresca Teatro. E’ presidente dell’associazione Taotango ed insegnante di tango argentino.

I nostri Workshop di Natale: Fotografia Analogica & Cinema

Share

Bando al Pandoro, a Natale noi ci cibiamo di immagini!

Ecco cosa vi aspetta sotto il nostro albero:
1. Workshop di fotografia analogica (27 e 28 dicembre)
2. Workshop di cinema (29 e 30 dicembre)

info e iscrizioni:
Chiara 3664871974
Michele 3341491293
Grazia 3298704231
labuswork@gmail.com

1. WORKSHOP DI FOTOGRAFIA ANALOGICA HASSELBLAD + ISTANTANEA
(gli orari possono subire variazioni ed essere modificati in base alle esigenze dei partecipanti, anche prevedendo più gruppi di lavoro)

**MERCOLEDì 27 dicembre 2017
Ore 10,30: introduzioni al laboratorio di fotografia, basi di fotografia e composizione. Preparazione e caricamento della macchina.
Ore 12,00: uscita fotografica
Ore 17,00: rientro e bilancio della prima giornata di lavoro, introduzione al lavoro in camera oscura, sviluppo dei rullini che verranno posti ad asciugare.
**GIOVEDì 28 dicembre
Ore 17,00: analisi delle immagini precedentemente scansionate e cenni di post-produzione.

Il nostro laboratorio di fotografia analogica è un’esperienza formativa a neofiti e fotografi abituati al digitale, grazie alla quale mettersi in gioco e riabituarsi a vedere prima con gli occhi e poi attraverso lo strumento. La fotografia analogica è formativa, costringe ad osservare, intuire, leggere la luce, prevedere e soprattutto pre-visualizzare il risultato. Dopo aver fatto scattare l’otturatore, l’immagine resta latente fino allo sviluppo della pellicola; ed è in questo lasso di tempo che avviene la magia. Nella nostra mentre si forma e riforma la fotografia che speriamo di aver scattato e, insieme a lei, compare il timore di aver sbagliato, perdendo così un attimo irripetibile. Il difetto peggiore della fotografia digitale è che ci toglie quest’attesa; con un semplice gesto ci permette di eliminare subito gli errori e la possibilità di imparare da questi. La fotografia analogica è semplice, onesta, autentica e immortale. Avete mai tenuto un negativo tra le mani? Avete mai visto le vostre dita illuminate di rosso? Avete mai visto formarsi l’immagine nella bacinella? Questa è la vera fotografia, senza megapixel o sensori, pura poesia. In questi due giorni proveremo a ristabilire un rapporto sano con la produzione di immagini, meno foto, poche ma buone. Partiremo dalle basi, da quei concetti che valgono per tutti i tipi di fotografia, dal banco ottico allo smartphone. Discuteremo della composizione e delle sue regole che vengono dalla pittura. Caricheremo le macchine e usciremo alla ricerca di immagini da immortalare, dopo aver letto la luce (ma soprattutto le ombre) con gli occhi e con l’esposimetro. Parleremo dei fondamenti della fotografia che vi torneranno utili sempre, a prescindere che voi scegliate la via digitale o quella analogica. La fotografia è una, infiniti gli sguardi possibili. Cercate il vostro, a prescindere dal mezzo. Al ritorno svilupperemo le pellicole, ragionando ancora una volta su contrasto, ombre e luci. Successivamente analizzeremo i negativi ed infine le immagini scansionate. Metteremo a disposizione tutto il materiale necessario al laboratorio, non è necessario possedere una macchina fotografica o avere specifiche competenze di fotografia. Vi serviranno solo i vostri occhi e tanta curiosità.

2. WORKSHOP DI CINEMA
(gli orari possono subire variazioni ed essere modificati in base alle esigenze dei partecipanti, anche prevedendo più gruppi di lavoro)

** VENERDì 29 DICEMBRE DALLE ORE 10,30
Basi di cinema, scrittura e riprese
** SABATO 30 DICEMBRE DALLE ORE 10,30
Visione delle riprese, montaggio e postproduzione

Che cos’è il cinema? Cosa è stato? Come è cambiato il suo linguaggio con l’avvento delle nuove tecnologie? Come nasce un film? A cosa serve il ciak? Cos’è il montaggio? Con questo workshop in pieno clima natalizio cercheremo di capire insieme meglio cosa sia il cinema oggi e proveremo a realizzare un film partendo dalla scrittura fino al montaggio, un cine-panettone a modo nostro. Teoria (il giusto) ma soprattutto tanta pratica in due giorni intensi dedicati alla settima arte. Conoscere un po’ meglio la storia del cinema ti aiuterà a comprendere meglio ciò che guardi quotidianamente e a sceglierlo in maniera più consapevole. Sapevi che agli albori del cinema nelle sale si proiettavano delle vere e proprie serie? Parleremo di scrittura, di fotografia, di riprese e di montaggio, cose indispensabili da comprendere oggi che quotidianamente scattiamo fotografie e realizziamo video, ignorandone il linguaggio e le basi tecniche. In due giorni faremo un viaggio incredibile nell’arte del movimento, che da oltre un secolo anima i sogni e l’immaginario di tutti noi. Cercheremo di stimolare la curiosità e la fantasia dei partecipanti e di spingerli ad usare meglio e in maniera più creativa gli strumenti che ognuno ha quotidianamente a disposizione. Noi metteremo a disposizione per il workshop tutte le nostre attrezzature professionali e insieme realizzeremo un vero e proprio cortometraggio che proietteremo nel nostro spazio alla fine del laboratorio con una proiezione aperta al pubblico in modo da poter discutere insieme a tutti i risultati del lavoro; noi crediamo ancora nel cinema e nella visione collettiva e condivisa. Vi aspettiamo con la cinepresa già in moto, sta a voi urlare azione!

 

Ecco cosa è successo durante il workshop di novembre.

edf

edf

edf

edf

edf

edf

edf

ozedf

edf

edf

ozedf

edf
edf

ozedf

edf

edf

 

 

Laboratorio di Suggestioni [illustrazioni & versi]

Share

Come far convivere il mondo delle favole con quello quotidiano? Come stabilire una connessione tra l’universo fantasioso dei bambini e quello più razionale degli adulti?
Vi proponiamo un laboratorio collettivo per adulti e bambini, anzi due distinti laboratori che possano creare un risultato unico senza mai venire in contatto tra loro!

Proviamo a spiegarci meglio:

* Venerdì 1 dicembre (ore 17,00-19,30) durante il LABORATORIO DI ILLUSTRAZIONE i BAMBINI (dai 5 ai 12 anni) avranno il compito di liberare la loro fantasia con matite e colori di ogni tipo, guidati dal bravissimo illustratore Stefano Donatiello. Tutto partirà da suggestioni da noi lanciate: l’obiettivo è realizzare 12 quadri (uno per ogni mese dell’anno) in cui le nostre suggestioni e le idee dei bambini si fonderanno con i contributi e le diverse tecniche di disegno di Stefano.

Stefano Donatiello, pittore e illustratore, è autore di tavole per diversi progetti edioriali e ha esposto in varie città italiane. Ha già realizzato laboratori didattici e creativi anche per la scuola.


* Domenica 3 dicembre (ore 18,00-20,30) durante il LABORATORIO POETICO gli ADULTI (senza limiti di età) avranno il compito di scrivere, a partire dalle suggestioni da noi fornite e sotto la guida di Grazia Galasso, i versi che verranno associati ad ogni quadro realizzato nel precedente laboratorio, che però non potranno vedere se non a lavoro ultimato!

Il risultato del nostro ambizioso esperimento sarà un suggestivo calendario di immagini e parole nato da un’imprevedibile miscela di sguardi, menti e piccole manine.

Sottoscrizione con contributo di 7 euro
info e iscrizioni:
Chiara 3664871974
Grazia 3298704231
labuswork@gmail.com

illustrazione di Stefano Donatiello
illustrazione di Stefano Donatiello

Le porte di Kinetta Spazio Labus sono aperte sul futuro!

Share

Si tirano le somme dell’anno “scolastico” a Labus. Tanti ragazzi, tanti bambini hanno attraversato il nostro spazio, alcuni per poco tempo, altri ogni settimana con lo stesso immutato entusiasmo. I laboratori di fotografia hanno prodotto scatti e progetti fotografici che siamo orgogliosi di esporre sui nostri muri, i laboratori di cinema hanno introdotto alla settimana arte ragazzi giovanissimi che per la prima volta hanno potuto sperimentare la potenza dell’immagine in movimento e scoperto i segreti per realizzare un film. Il laboratorio di educazione all’immagine ci ha regalato le più grandi emozioni. Quest’anno abbiamo prodotto un gran numero di piccoli progetti video con i nostri bambini e da poco abbiamo completato la post-produzione del cortometraggio di fine anno.
Siamo in moto per i progetti futuri, per il Festival delle associazioni che si terrà tra una settimana a Motta, per i workshop di cinema e fotografia di luglio e stiamo già pensando alle novità da proporvi a settembre.
Le porte di Kinetta Spazio Labus sono sempre aperte sul futuro.

19025065_1682085698485427_5460836728946702469_o

Mercoledì 3 maggio: Foto-lab in mostra!

Share

Eccoci arrivati all’incontro finale del laboratorio di fotografia avanzata (II livello) dell’Associazione Kinetta. Il percorso è stato lungo e pieno di scoperte. Siamo andati alla ricerca dei tasselli necessari per il nostro progetto finale. Abbiamo trovato luoghi segreti e abbandonati, visto sotto una nuova luce posti noti, ci siamo spinti dove forse non avremmo mai pensato. Abbiamo forse conosciuto qualcosa in più di noi stessi: le nostre fotografie tentano di aprire una porta sulle nostre identità inconsapevoli, di “trovare un passaggio dall’inconscio al conscio”, come Josef Koudelka ci ha insegnato.
Il 3 maggio le porte dell’Associazione Kinetta si apriranno per la mostra dedicata ai nostri laboratori di fotografia, in questa occasione esporremo i lavori di entrambi i gruppi, sia del laboratorio di I livello che del II livello.

Viricordiamo che a partire dal 6 maggio comincerà il nuovo laboratorio di I livello, le iscrizioni sono aperte!
Il nuovo Foto-Lab di Kinetta si terrà nei mesi di Maggio e Giugno nello Spazio Labus: a partire dal 6 Maggio, ogni sabato dalle ore 17,00 alle ore 19,00 (8 incontri, 16 ore complessive).

Cos’è il LABORATORIO di FOTOGRAFIA di 1° LIVELLO?
Non il solito corso di fotografia ma un viaggio alla ricerca di uno sguardo nuovo. Dalle basi della fotografia alle tecniche più bizzarre, passando dalla pellicola al digitale, ponendo l’attenzione sulla pratica e realizzando un mini-progetto a settimana sui diversi stili e modalità di fotografare. Al termine dei due mesi si terrà una mostra dei lavori di tutti i partecipanti.
l nostri Foto-Lab di primo livello sono un terreno di coltura nel quale ognuno dei partecipanti è chiamato a mettere una parte di sé, disponendosi al confronto, allo scambio, al mescolamento e soprattutto al mutamento. Parleremo delle basi della fotografia, delle tecniche e degli strumenti ma mai in maniera passiva, mai in maniera sterile ma sempre cercando di sviluppare uno stile personale che segue le attitudini di ognuno dei partecipanti.

Tutti fanno fotografie ma in quanti sanno cosa stanno facendo?

La primavera è il mese ideale per coltivare la vostra passione per la fotografia, migliorando la tecnica e soprattutto educando lo sguardo in vista dei viaggi e dei paesaggi estivi.

info: 3664871974 – labuswork@gmail.com

Il laboratorio è tenuto da Michele Salvezza, docente di fotografia presso l’ente di formazione professionale Scuola La Tecnica e presso lo Spazio Labus (Associazione Kinetta) di Benevento.

I nostri laboratori

Share

I laboratori di fotografia e cinema proposti dall’associazione Kinetta sono rivolti sia a chi intende approfondire le proprie conoscenze e competenze sia a chi vuole avvicinarsi al mondo della fotografia e del cinema partendo dalle basi. Organizziamo corsi suddivisi in base ai livelli: da quello base, all’intermedio, fino a quello più avanzato. I vari livelli si articolano in moduli e tematiche diverse ed i programmi vengono di volta in volta implementati, riformulati e aggiornati: speriamo così di riuscire ad accogliere una platea sempre maggiore di persone interessate alle arti visive. La nostra idea è crescere insieme a chiunque decida di attraversare il nostro spazio: le porte di Labus sono aperte sul futuro.

volantino2